logo_small  





Articoli
 
GUERRA DI NOTE IN MILONGA
Miguel Capriolo
Nota su Facebook, in seguito al concerto della Orquesta Minimal FDA insieme a Felix Picherna

IWC replica watches

 

Guerra di note in milonga. Un’orchestra suona dal vivo. La vedi, la vivi. Le emozioni fanno vibrare l’ Anima.
La musica esce, libera, nell’ aere. Si diletta, improvvisa, danza. I musicisti si fondono con gli strumenti. Viaggiano determinati, carichi di passione, su un pentagramma, soffice tappeto di poesia.
Le note, fioretti dorati e cristallini, si scontrano con le sciabole artificiose dello stereo. Un dj osserva la sala, costruisce dettato dal suo io profondo la sua opera. Tanda, cortina, tanda. Tutto scelto con abilità. Dal supporto tecnologico lascia uscire la musica imprigionata nei cd, cassette o computer. Tu lo vedi, senti al sua voce nel dirigere il suo lavoro. Nel curare la pista, i milongueros. Guerra di interpreti ove i primi, studiosi per anni, strade e percorsi forgiati di esperienza, culture mondiali assorbite,assimilate e tradotte in storie, si scontrano con i cugini “più poveri”, divoratori di storia ed esperti tecnici della musica virtuale.
Orchestra e musicisti si fondono quando le rette si avvicinano, per un breve istante è armistizio. Quel lasso di tempo in cui entrambi entrano nel loro mondo, vivono il tango a modo loro, esteriormente od interiormente, dentro o fuori. Compongono sinfonie o costruiscono la trama di un poema. Fanno entrambi parte della magia del tango, ognuno nel loro ruoli. Un quadro composto da studiosi, musicisti, dj, ballerini, salon, milongueros. Le rette si separano. La musica imprigionata, in tempi di crisi, sovrasta la gioia delle note vive.