logo_small  





Mix
 
TANGO DELLA CONTORSIONISTA
di Jorge Boccanera
LietoColle, Como 2008, traduzione di VerĂ³nica Becerril

replika órák con le dita

 

 

      insanguinate,
spingendo, zigzagando,
implorando a bassa voce:

   palato dell'autunno
   mi occorre un respiro,
   una lima affilata dentro una torta,
   un passaporto falso.
   Dalle una ferita fresca a questo corpo appassito,
   che lei non mangia dalla mia mano.
   Portami via da questa sorda,
   che lei non balla mai con il mio piede.